//Tecniche di riparazione di ipospadia
Tecniche di riparazione di ipospadia2017-04-05T18:51:37+00:00

Tecniche di riparazione di ipospadia

 

Ipospadia

Autori:
Enzo Palminteri, Elisa Berdondini, et Al.

Pubblicazione:
Annual SIU Congress 2009, Annual AURO Congress 2009

Centro:
Centro di Chirurgia Uretrale e Genitale, Arezzo

 

Introduzione
Il trattamento delle complicazioni a distanza delle riparazioni fallite di ipospadia è una sfida difficile nella chirurgia uretrale. Abbiamo valutato i risultati di differenti uretroplastiche in tempo unico e stadiate in adulti con complicanze dopo precedenti riparazioni di ipospadia, comparando il risultato degli innesti di mucosa buccale (MB) e di cute peniena.

 

Metodi
135 adulti sono stati trattati presso il nostro Centro per complicanze dopo riparazione fallita di ipospadia, e 60 pazienti (età media 32.2 anni) sono stati selezionati per questo studio. Tutti i pz. erano stati sottoposti a riparazione di ipospadia , da un minimo di 1 ad un massimo di 8 interventi (media 1.9). Le complicanze erano: stenosi (56.6%), ipospadia residua (43.3%), fistola (30%), stenosi meatale (18.3%), curvatura peniena (15%), peli (6.6%), diverticoli (3.3%), calcoli (1.6%). 36.6% dei pz avevano 1 complicazione, 43.4% 2 complicazioni, 13.4% 3 complicazioni, 6.6% 4 complicazioni. 31 pz sono stati sottoposti a riparazione multi-stadiata usando innesti di MB (17) o cute peniena (14). 29 pz sono stati sottoposti a riparazione in tempo unico usando innesti di MB (11) o cute peniena (10), oppure una riparazione senza innesti (8).
Pz con riparazione multi-stadiata hanno subito da un minimo di 2 interventi (19 pz) ad un massimo di 7 (1 pz) (media 2.7).

 

Risultati
Follow-up compreso tra 12 e 138 mesi (media 33.8). La necessità di una dilatazione uretrale, la presenza di complicazioni o un difetto estetico richiedente una revisione sono stati considerati dei fallimenti. Su 60 pz, 45 (75%) sono stati classificati come successo e 15 (25%) fallimento. La riparazione in tempo unico (29 pz) esitò in 21 (67.7%) successi e 10 (32.3%) fallimenti. Gli innesti di MB hanno avuto 81% di successo nelle procedure in tempo unico e 82.3% di successo nelle procedure stadiate.Gli innesti di cute peniena hanno avuto 80% di successo nelle tecniche in tempo unico e 50% di successo nelle tecniche stadiate.

 

Conclusioni
Il trattamento di adulti con complicanze dopo riparazione fallita di ipospadia ha avuto un risultato soddisfacente nel 75% dei casi. Le tecniche in tempo unico hanno avuto una percentuale di successo più alta rispetto alle tecniche stadiate: 82.7% versus 67.7%. Nelle tecniche in tempo unico l’uso degli innesti di MB o di cute peniena ha ottenuto la stessa percentuale di successo (81% versus 80%). Al contrario nelle tecniche stadiate la MB ha dimostrato una percentuale di successo superiore alla cute peniena: 82.3% versus 50%.

torna a attività scientifica 2005