//Uretroplastica in due tempi con impiego di mucosa buccale e mucosa vescicale
Uretroplastica in due tempi con impiego di mucosa buccale e mucosa vescicale2017-04-05T18:51:37+00:00

Uretroplastica in due tempi con impiego di mucosa buccale e mucosa vescicale

 

Stenosi uretrale – uretroplastica in due tempi – mucosa buccale – mucosa vescicale

Autori:
Enzo Palminteri et Al.

Centro:
Centro di Chirurgia Uretrale e Genitale, Arezzo.

 

Paziente di 33 anni con stenosi dell’uretra peniena >12cm da LICHEN SCLEROSUS.
Nel corso del 1° tempo l’uretra glandare è stata marsupializzata e la sua mucosa sostituita con un neopiatto di mucosa buccale.
Dopo un intervallo di tempo superiore a 3 mesi è stato effettuato il 2° tempo dell’uretroplastica: apertura di tutta l’uretra peniena stenotica e asportazione di tutta la mucosa coinvolta dalla malattia, facendo attenzione a lasciare in situ due striscie laterali di corpo spongioso; prelievo accurato di un ampio rettangolo di mucosa vescicale e confezionamento di un tubulo che viene posizionato sul letto dei corpi cavernosi e ricoperto dalle due ali di spongiosa precedentemente preparate; il tubulo vescicale è anastomizzato al neopiatto di mucosa buccale che viene, quindi, tubulizzato e ricoperto dalle ali del glande; ricostruzione estetica finale del glande e del pene.
L’impiego congiunto della mucosa vescicale e della mucosa buccale rappresenta attualmente l’unica soluzione ricostruttiva nelle panuretriti stenosanti da lichen sclerosus in cui la necessità di rimuovere le mucosa uretrale malata e ricostruire circonferenzialmente lunghi tratti dell’uretra si scontra con il limite di prelievo di mucosa buccale e con la mancanza di altri validi tessuti di sostituzione non coinvolti dal lichen.

torna a attività scientifica 2004